IL PARERE DEGLI ESPERTI

Sul metodo “Gvelesiani” per la produzione delle piante innestate di vite

La produzione delle piante innestate di vite con il metodo "Gvelesiani" si basa sulla coltivazione delle talee innestate di vite senza la stratificazione preliminare. Con questo metodo l’innesto tra il portinnesto e la talea viene fatto a forma di cuneo, dopodiché il materiale innestato viene piantato nel vivaio senza la stratificazione preliminare. E’ consigliato bagnare il materiale innestato nella paraffina prima di piantarlo.

Utilizzando questo metodo si esclude l’uso della serra e la produzione diventa più redditizia.

Il metodo "Gvelesiani" per la produzione delle piante innestate di vite si rivela molto interessante. Inoltre è stato testato da noi nella zona di Kartli (Gerogia), nei villaggi Kanda e Mukhrani ed è possibile utilizzarlo per scopi di produzione.

Consulente dell’Istituto di Viticoltura, Orticoltura ed Enologia, Dottore in Scienze Agrarie, membro dell’Accademia delle Scienze della Georgia, N. Chkhartishvili

Direttore del Dipartimento dell’Istituto di Viticoltura, Orticoltura ed Enologia, Dottore in Scienze Agrarie, L. Udzhmadzhuridze

Ap. 54, 14a I. Petritsi Str. , 0131 Tbilisi, Georgia | Tel.: +995 32 2535805 | Fax: +995 32 2535805 | Mob.: +995 598 110233 | E-mail: info@gvelesiani.ge
 
Created by: www.san.ge